Chief Innovation Officer è la figura apicale dell’innovazione in azienda, tipicamente presente in contesti aziendali strutturati dove è frequente trovare figure quali, ad esempio, il Chief Marketing Officer (CMO) e il Chief Operating Officer (COO).

Non che non possa essere presente anche in contesti aziendali di dimensioni più contenute, ma siccome in queste ultime la struttura organizzativa è meno articolata, spesso non è formalizzata questa figura e la responsabilità di guidare l’innovazione aziendale è in capo all’Amministratore Delegato o ad una figura che, oltre a guidare l’innovazione, la attua giorno dopo giorno. Questa figura viene spesso identificata con il nome di Innovation Manager.

Che esista formalmente la figura o che venga ricoperta informalmente da una persona in azienda con un ruolo nominalmente diverso, chi è e come si diventa leader dell’innovazione in azienda?

Chi è il Chief Innovation Officer

Il Chief Innovation Officer è colui che guida l’innovazione aziendale. Una figura dirigenziale che dunque ne definisce la strategia e il governo, costruisce il team di gestione dell’innovazione aziendale, è responsabile del budget dell’innovazione e del monitoraggio delle attività.

Nella lingua italiana è il Direttore Innovazione ed ha compiti, nella propria area di competenza, comparabili a quelli dei Direttori delle altre funzioni, come ad esempio il Direttore Marketing, il Direttore Vendite e il Direttore Acquisti.

Per quanto detto, è tipicamente a riporto dell’Amministratore Delegato ed è supportato da un team di persone con obiettivi legati alla gestione operativa delle attività di innovazione aziendale.

Con l’avvento della serie di Standard ISO 56000, è colui che padroneggia in azienda lo Standard ISO 56002 e orchestra le best practice di tutti gli Standard di Innovation Management, inclusi gli Standard strettamente connessi alla gestione dell’innovazione come quello in materia di Knowledge Management.

Come si diventa Chief Innovation Officer

Per diventare Chief Innovation Officer non esistono percorsi formali, come probabilmente non esistono percorsi formali per avviarsi alla carriera di Direttore Acquisti e delle altre figure apicali in azienda.

Per diventarlo è importante costruirsi un profilo manageriale “rotondo”, grazie ad esperienze professionali che permettano di conoscere a fondo le dinamiche di innovazione in azienda e gli ecosistemi di innovazione in cui le aziende sono inserite.

A questo, è possibile affiancare la partecipazione a percorsi formativi specializzati nel formare questo tipo di figure. La nostra academy, in questo senso, è stata tra le prime a costruire percorsi di formazione per formare la nuova generazione di professionisti dell’innovazione, quelli che operano con alle spalle il riferimento solido dei nuovi Standard internazionali, in particolare con il Master Executive in Innovation Management Strategy & Governance.

E, come per tutti i lavori, anche in questo caso la passione gioca un ruolo fondamentale. Forse anche più che per altri lavori, perché le aspettative che l’azienda ripone verso l’innovazione e il suo leader sono sicuramente molto alte. Così come potrebbero essere alte le barriere che questa figura può trovare alzate in azienda da parte dei suoi.

Chief Innovation Officer nella piccola e media impresa

Nella PMI con una struttura organizzativa non particolarmente articolata e numeriche di personale ridotte è comune trovare la figura dell’Innovation Manager, con compiti più legati alla realizzazione di progetti di innovazione emanazione delle volontà della Direzione Aziendale.

In questo caso, i compiti tipici del Chief Innovation Officer sono condivisi tra l’Innovation Manager e la Direzione Aziendale, con dinamiche di esercizio assolutamente destrutturate e informali.

In questi contesti, l’Innovation Manager potrà giovare della nascita di un contesto normativo di riferimento per dare maggiore ampiezza al proprio ruolo ed accrescere le proprie responsabilità.

Partecipare al corso sui sistemi ISO 56002 di gestione dell’innovazione è sicuramente il primo passo utile da compiere in questa direzione.

Pezzi storici

ISO 56002: lo standard per l'innovazione aziendale

ISO 56002 è lo Standard Internazionale per la gestione dell’innovazione aziendale, un fondamentale riferimento di comprovata efficacia e riconoscibilità.
Leggi

Innovazione aziendale: casualità o organizzazione?

Innovazione aziendale e organizzazione, binomio indispensabile affinché l’innovazione in azienda sia sistematica. Con la guida della ISO 56002.
Leggi

Innovazione organizzativa: l'unica possibile

Innovazione organizzativa quale modello abilitante l’innovazione sistematica in azienda, come suggerito dalla ISO 56002. Un percorso da affrontare nel tempo.
Leggi

Certificazione ISO 56002: come ottenerla

Certificazione ISO 56002: esigenza, ma tema delicato. Le società di certificazione hanno protocolli specifici per farlo. Sia però il mezzo e non il fine.
Leggi